E' ORA DISPONIBILE

Lo Psicologo, tra l'essere e il fare - Volume II
Deontologia psicologica in ambito psico-criminologico, forense e della ricerca

A cura di
Georgia Zara
Michele Presutti
Eugenio Calvi

Editore
Edizioni Publiedit
Sede legale: Via Roma, 22 - 12100 Cuneo

Codice ISBN
978-88-95425-08-5

Anno: 2016

PER ACQUISTARE
CLICCA QUI

oppure scrivi a info@publieditweb.it

Prezzo del manuale:
€ 35,00 iva inclusa

Disponibile per la stessa collana il Volume I dal Titolo "Lo Psicologo, tra l'essere e il fare. Problemi di deontologia applicata alla professione psicologica"
A cura di Georgia Zara, Michele Presutti, Eugenio Calvi



Il Volume è stato adottato come testo universitario per il corso di Elementi di psicologia giuridica e deontologia del Dipartimento di Psicologia dell'Università degli Studi di Torino


E' possibile consultare l'indice e la presentazione del volume II CLICCANDO QUI.

SINOSSI DELL'OPERA

Il senso di progettare e curare un volume dedicato alla deontologia psicologica in ambito psicocriminologico, forense e della ricerca nasce dalla convinzione che il contesto criminologico e forense penale sia un contesto preferenziale, ma anche privilegiato, per poter osservare come questioni etiche e deontologiche vengano affrontate, gestite, risolte.

Il volume coinvolge inoltre anche il campo della ricerca in psicologia. Non si tratta di una combinazione forzata, tutt’altro. La ricerca scientifica è l’unico fondamento certo dello sviluppo della conoscenza; ed è pertanto solo a partire da una ricerca eticamente guidata e aderente ai princìpi deontologici che si possono offrire risultati significativi messi al servizio dell’umanità.

Dietro questo volume, che è il secondo, dopo quello di deontologia psicologica applicata alla professione (Calvi, Presutti, & Zara, 2016), risiedono tre obiettivi fondamentali.

Il primo è quello di focalizzare l’attenzione sui compiti e le responsabilità metodologiche e scientifiche del professionista psicologo nel contesto forense e criminologico, attraverso l’interesse a coinvolgere nel progetto diversi professionisti che operano in questi ambiti, con ruoli diversificati e metodologie differenziate, a seconda delle richieste peritali, consulenziali e valutative pervenute.

Il secondo è quello di offrire uno spazio di riflessione critica sulle competenze psicologiche in contesti altamente interprofessionali in cui il professionista psicologo deve interagire, collaborare, comunicare, pur nel rispetto della sua autonomia e indipendenza metodologica, con giudici, avvocati, psichiatri, medici, assistenti sociali, educatori, polizia penitenziaria, rappresentanti delle istituzioni governative e sociali.

Il terzo è quello di dare visione all’importanza della deontologia psicologica non come una disciplina “accademica”, ma come guida etica costante e imprescindibile sia nel contesto professionale sia in quello della ricerca scientifica. La ricerca scientifica non è infatti la conseguenza della professionalità, ma il presupposto.


CURATORI DEL VOLUME

Georgia Zara - Professore associato di Psicologia criminologica e Risk assessment, Dipartimento di Psicologia, Università degli Studi di Torino. Psicologa e Criminologa. Giudice onorario del Tribunale di Sorveglianza di Torino. Visiting Scholar, Institute of Criminology, Cambridge University.

Michele Presutti - Psicologo Psicoterapeuta esperto in psicologia del lavoro e dell’organizzazione, Professore a contratto del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino. Direttore della struttura Ricerca e Formazione dell’ASL TO3. Vice Presidente dell’International Center for Applied Research in Organizations.

Eugenio Calvi - Avvocato, Psicologo Psicoterapeuta. Primo presidente dell'Ordine degli psicologi del Piemonte. Coordinatore della Commissione nazionale per la formazione del Codice Deontologico degli psicologi. Già professore a c. di deontologia - Facoltà di Psicologia, Università degli Studi di Torino


CON I CONTRIBUTI DI:

Anna Balabio, Maurizio Balistreri, Marco Bozzi, Onofrio Casciani, Marzia De Antoniis, Marina Fava, Franco Freilone, Giulia Iob, Moira Liberatore, Eugenio Manassero, Paola Molina, Loredana Palaziol, Claudia Ricco, Marco Zuffranieri